AVVISO IMPORTANTE

EVENTO GRATUITO SU INVITO.

PER ASSISTENZA CHIAMARE I NUMERI 06-33680034 INT. 7 - 3393573849 O SCRIVERE A assistenza@meeter.it 

Presentazione

La dermoscopia costituisce l'anello di congiunzione tra la diagnosi clinica e quella istologica e ha aperto una nuova dimensione nello studio morfologico della cute. La dermoscopia è utilizzata da circa 20 anni nella pratica clinica per la diagnosi dei tumori cutanei, il monitoraggio dei trattamenti topici, la tricoscopia, l’inflammoscopia e altri campi in fase di definizione.


La valutazione dermoscopica si basa sull'osservazione, lo studio e l'interpretazione delle strutture e delle caratteristiche morfologiche delle lesioni pigmentate cutanee. Dopo aver effettuato una valutazione clinica a occhio nudo, il dermatologo esamina con ildermatoscopio, un semplice strumento manuale, o con un videodermatoscopio digitale tutte le lesioni pigmentate del paziente.
Sono sempre di più gli studi che evidenziano i vantaggi di questa metodica che è ormai parte integrante delle linee guida nazionali ed internazionali per il triage del melanoma.
Numerosi studi hanno dimostrato che la dermoscopia incrementa la sensibilità diagnostica per il melanoma rispetto alla semplice osservazione clinica e che l'esperienza del dermatologo è fondamentale per ottenere questi risultati: l'accuratezza della diagnosi infatti è maggiore per gli osservatori adeguatamente preparati all'uso del dermatoscopio, mentre diminuisce per quelli non esperti. Pertanto è fondamentale la formazione del dermatologo.


Il futuro della dermatoscopia prevedrà l’utilizzo di sistemi integrati di imaging secondo il modello hub and spoke che permetterà di unificare centri di riferimento terziario con centri del territorio in una flow chart che offra continuità assistenziale al paziente e ottimizzazione del percorso diagnostico-terapeutico.


Gli scopi di questo modulo sono:
- fornire la semeiotica dermoscopica per la diagnosi dei tumori cutanei, la tricoscopia e l’inflammoscopia alla luce delle recenti novità in letteratura
- inquadrare le patologie dermatologie sulla base dell’esame clinico-dermoscopico e delle possibili diagnosi differenziali
- identificare i quadri morfologici di patologie rare che simulano patologie “comuni”
- fornire i criteri dermoscopici per effettuare il monitoraggio delle terapie non chirurgiche dei tumori non melanocitari
- condividere la casistica clinico-dermoscopica con i Partecipanti sia per la diagnosi che per la gestione delle patologie dermatologiche

Programma

DIRETTA WEB

 

Lunedi 24 Maggio pomeriggio

Dalle ore 16.15 alle ore 19.00

Sessione teorica

16.15 Apertura dei lavori C. Longo, G. Pellacani

16.30 Inflammoscopy: diagnosi differenziale delle dermatiti comuni A. Lallas

17.00 Cheilite attinica e carcinoma squamocellulare del labbro Z. Apalla

17.30 Tumori del fotodanno G. Pellacani

18.00 Melanoma nodulare: tips and tricks C. Longo

18.30 Discussione

 

Martedi 25 Maggio mattino

Dalle ore 8.30 alle ore 13.30

Sessione pratica

4 ambulatori: VIDEOMICROSCOPIA – MICROSCOPIA CONFOCALE – COMUNICAZIONE REFERTI ISTOLOGICI – FOLLOW-UP DEL MELANOMA

Tutors: S. Bassoli, A. Casari, S. Ciardo, F. Farnetani, F. Giusti, C. Longo

13.00 Discussione

13.30 Fine lavori

OPENbook.png (53 KB)  Leggi il programma

Informazioni

Obiettivo formativo

2 - Linee guida - protocolli - procedure

Mezzi tecnologici necessari

DOTAZIONE HARDWARE E SOFTWARE NECESSARIA ALL’UTENTE PER SVOLGERE L’EVENTO FAD

Per usufruire dell’evento, i discenti devono possibilmente disporre di:

Hardware
● Processore: Pentium 4 da 2Ghz (Consigliato : Intel Dual Core da 1,5 Ghz o superiore)
● Ram: 512 MB (Consigliata: 1 GB o superiore)
● Risoluzione Monitor : 1024×768 (Consigliata: 1280×720 o superiore)

Sistema Operativo
● Windows (XP, Vista o 7)
● Mac OSX
● Linux
● Android

Browser (uno dei seguenti):
● Microsoft Internet Explorer 11
● Microsoft Edge
● Google Chrome (versioni successive alla 40)
● Mozilla Firefox (versioni successive alla 40)
● Apple Safari

Accesso ad internet da 1 Mbps o superiore
● ADSL
● Internet key
● Fibra Ottica

Procedure di valutazione

Questionario a risposta multipla

Responsabili

Docente

  • SB
    Dott.ssa SARA BASSOLI
    Libero professionista
  • AC
    Dott.ssa Alice Casari
    Libero Professionista
  • SC
    Dott.ssa Silvana Ciardo
    Libero Professionista
  • Prof.ssa Francesca Farnetani
    Dermatologia Policlinico di Modena
  • FG
    Dott.ssa Francesca Giusti
    Libero Professionista

Relatore

  • ZA
    Prof.ssa Zoi Apalla
    Consulente Dermatologa presso lo State Hospital for Dermatologic and Venereologic Diseases
  • Dott. Aimilios Lallas
    Dermatologo presso Hospital of Skin and Venereal Diseases - Thessaloniki (Greece)
  • Prof.ssa Caterina Longo
    Professore Associato presso l’Università di Modena e Reggio Emilia - Presidente AIDNID
  • Prof. Giovanni Pellacani
    Direttore Struttura Complessa Universitaria di Dermatologia, UNIMORE - Policlinico di Modena

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Anatomia patologica
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Dermatologia e venereologia
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Oncologia

Altro

  • Altro
leggi tutto leggi meno