• Accreditato da:

Presentazione

La patogenesi della psoriasi è stata ampiamente rivisitata nel corso dell’ultimo decennio, evidenziando oltre al ruolo centrale del TNFalfa quello dell’asse IL-23. La psoriasi resta ancora oggi una patologia difficile da trattare a causa della complessa patogenesi, dell’alta correlazione con fattori di rischio, dell’insorgenza di comorbilità e del carattere recidivante della malattia. Non è trascurabile infine l’impatto a livello fisico, emozionale e psico-sociale sulla qualità di vita del paziente.

Negli ultimi anni si è assistito ad una crescente comprensione del ruolo della famiglia dell’interleuchina 23 nella patogenesi della psoriasi e le terapie biologiche mirate all’inibizione di tali citochine rappresentano una valida opzione terapeutica nel trattamento della psoriasi a placche moderata-severa. Guselkumab, Risankizumab e Tildrakizumab sono anticorpi monoclonali che inibiscono l’attività di IL-23 ed hanno dimostrato in diversi studi clinici randomizzati controllati (RCT) di essere efficaci nella psoriasi a placche ed artropatica, con un profilo di tollerabilità favorevole. Gli RCT sono importanti per valutare l'efficacia dei farmaci e la loro sicurezza, ma alcune tipologie di pazienti possono essere escluse o sottorappresentate. Per questo motivo, è fondamentale integrare i dati derivanti dagli RCT con quelli della Real World Evidence (RWE), che permettono di valutare l’efficacia su diverse tipologie di pazienti, anche quelle che presentano molteplici condizioni di comorbidità. L’obiettivo di questa FAD è quello di aggiornare i medici dermatologi e reumatologi sulle evidenze scientifiche pubblicate di recente a supporto dell’efficacia e sicurezza a lungo termine degli inibitori delle interleuchine 23 integrate con i dati della RWE italiana. Sarà inoltre dedicato spazio alla presentazione di casi clinici per ogni farmaco della classe.

 

 

Programma

Programma Scientifico

“Inibitori dell’interleuchina-23 nella psoriasi: dai trial clinici all’esperienza Real-life”

 

INTRODUZIONE: L. BIANCHI

PATHWAY DELL’IL-23 NELLA PATOGENESI DELLA PSORIASI. M. GALLUZZO (30 min)

PATHWAY DELL’IL-23 NELLA PATOGENESI DELL’ARTRITE PSORIASICA. M.S. CHIMENTI (30 min)

 

  • GUSELKUMAB:
    • TRIAL REGISTRATIVI. D. SILVAGGIO (30 min)
    • DATI NELLA REAL-LIFE. M. TALAMONTI (30 min)

 

  • RISANKIZUMAB:
    • TRIAL REGISTRATIVI. E. BOTTI (30 min)
    • DATI NELLA REAL-LIFE. A. ZANGRILLI (30 min)

 

  • TILDRAKIZUMAB:
    • TRIAL REGISTRATIVI. C. LANNA (30 min)
    • DATI NELLA REAL-LIFE. E. CAMPIONE (30 min)

 

  • INIBITORI DELLE IL-23: ESPERIENZE CLINICHE SU SWITCH INTRACLASSE. A. GIUNTA (30 min.)

 

  • INIBITORI DELL’IL-23: CASISTICA CLINICA.
    • IL MIO CASO PIU’ INTERESSANTE CON GUSELKUMAB. L. RAO (20 min)
    • IL MIO CASO PIU’ INTERESSANTE CON RISANKIZUMAB. S. LAMBIASE (20 min)
    • IL MIO CASO PIU’ INTERESSANTE CON TILDRAKIZUMAB. A. PICCOLO (20 min)

 

  • CONCLUSIONI: I VANTAGGI DEGLI INIBITORI DELL’IL-23 NELLA PSORIASI. L BIANCHI (15 min)

 

OPENbook.png (53 KB)  Leggi il programma

Informazioni

Obiettivo formativo

2 - Linee guida - protocolli - procedure

Mezzi tecnologici necessari

Mezzi tecnologici necessari

Connessione a internet

Sistema operativo: 
 Microsoft Windows (XP, Vista, Seven)
 Linux
 MacOS X

Browser: 
 Internet Explorer 7 o superiore
 Chrome
 Firefox
 Safari
 Opera 

Dispositivi supportati: 
 Laptop
 Netbook
 Tablet
 Smartphone

Procedure di valutazione

Questionario ECM a risposta quadrupla

Responsabili

Responsabile scientifico

  • Prof. Luca Bianchi
    Resposanbile U.O.S.D. Dermatologia Dipartimento di Medicina

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Dermatologia e venereologia
  • Gastroenterologia
  • Malattie Infettive
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Privo di specializzazione
  • Psichiatria
  • Reumatologia

Altro

  • Altro
leggi tutto leggi meno